I compensi dovuti agli Avvocati per le prestazioni professionali giudiziali e stragiudiziali sono regolati, in attuazione della Legge n. 247/2012 di riforma dell’ordinamento professionale, dal Decreto Ministeriale n. 55/2014 recante i “Nuovi parametri forensi”.

Essi, dopo l’abrogazione delle tariffe professionali forensi - avvenuta in data 23.8.2012 -, sono stati determinati con il D.M. 140/2012, che ha sostituito le vecchie voci analitiche con i parametri di compenso unico per fase giudiziale di attività, cui oggi è succeduto il citato D.M. 55/2014.

I parametri, diversamente dalle abrogate tariffe, si applicano solo in mancanza di accordi contrattuali tra professionista e cliente e non sono né obbligatori né inderogabili proprio in quanto non costituiscono più una tariffa ministeriale.

E' possibile scaricare:

- i parametri forensi 2014 (D.M. Giustizia 10 marzo 2014, n. 55 e relative tabelle), entrati in vigore dal 3 aprile 2014;

- i parametri forensi 2012 (D.M. Giustizia 20 luglio 2012, n. 140 e relative tabelle), entrati in vigore dal 23 agosto 2012;

- la tariffa forense 2004 (D.M. Giustizia 8 aprile 2004, n. 127), entrata in vigore dal 2 giugno 2004.

 

Anche i compensi dovuti ai Dottori Commercialisti, che erano determinati dalla Tariffa Professionale, sono oggi regolati dai parametri.

E' disponibile:

- la tariffa dei dottori commercialisti (Decreto 2 settembre 2010 n. 169);

- i parametri per i dottori commercialisti (D.M. Giustizia 20 luglio 2012, n. 140 e relative tabelle).

 

 

 

 

 

 

 

FOCUS